Serena Giust

Digital wordsmith, driven by data.

INSTAMEET Pordenone, la fotografia che unisce

C’è chi è un bravo fotografo, chi meno.
Chi è giovane e chi no.
Chi ha migliaia di follower e chi solo qualcuno.
Chi è alla sua prima esperienza e chi ha ormai decine di spillette.
Quel che conta e’ la voglia di conoscere nuove persone e reincontrare le vecchie. Di vivere la città prescelta da un’altro punto di vista, non la classica gita turistica ma una passeggiata interattiva, dove scovare i migliori scorci da fotografare e taggare nel social network per partecipare all’estrazione finale di un Jewelgram ( la foto che si fa gioiello, in plastica, argento o oro: stupendi!). Se pur il tempo non sia stato clemente sono accorse un centinaio di persone pronte a vivere una nuova avventura. Ogni instameet ha caratteristiche diverse a seconda di cosa offre la città, e come perdere quindi la visita alla strozzina per la mostra di Francis Bacon? Offerta per i primi 50 iscritti e’ stata davvero coinvolgente! Immancabile l’aperitivo finale nella pittoresca terrazza di Caffè delle Oblate.

L’appuntamento quindi è di quelli imperdibili! Seguite Igers Italia su instagram e tenetevi aggiornati!

BTO un viaggio di scoperta…

Seduta in carrozza 6, posto 19A lato finestrino, Frecciarossa Firenze-Mestre. Magicamente appare la scritta WiFi, e prende pure bene! Illusa: e’ solo parvenza, c’è ma non funziona, te lo potevi immaginare. Poco male, sfrutto il momento per raccontarvi un po’ la mia ultima avventura: BTO. La sigla sta per “buy tourism online” ed è il più importante evento in Italia sul Travel 2.0. Descriverla in poche righe non è’ facile poiché BTO non è una fiera e non è nemmeno un corso d’aggiornamento; BTO e’ un evento d’informazione, di socializzazione, d’aggiornamento, di scoperta. Quel che ho scoperto con più piacere e’ l’amore e la passione che la gente di questo settore ha, e che mette nel proprio lavoro. Prima tra tutte Roberta Milano ma a seguire Giancarlo Carniani, Mafe de Baggis, Gallizio, Fabio Lazzerini, Robert Piattelli e chi più ne ha più ne metta. In loro mi ha colpito l’arte del comunicare che spesso è sottovalutata ma credo sia un dono che poche persone hanno ma loro di sicuro; Ci sono stati momenti che davvero mi hanno emozionato tanto, altri che mi hanno fatto riflettere. Il bello di BTO e’ che ti apre la mente, sposta i tuoi orizzonti in confini che non avevi ancora considerato. E’ stata l’opportunità’ per conoscere aziende nuove ed innovative, come Smartera, e potersi presentare di persona. Mi sono trovata immersa e accolta da uno staff e un gruppo di blogger eccezionali. In un periodo delicato come questo in Italia, ho visto muoversi piccole persone che portano avanti grandi cause; BTO le ha fatte incontrare e speriamo che unendosi, unendoci, si possano portare avanti progetti validi per la promozione di il un paese splendido com’è il nostro.
Ah! Quasi dimenticavo… Ultimo non certo per minor importanza volevo ringraziare il mattatore di Bto, il racconta storie, l’idolo degli asiatici Rocco Rossitto che è stato anche lui una gran bella scoperta! Grazie a lui e tutti i blogger del Friday night!

C’è poco altro da dire…we love BTO, I love BTO!

BTO: welcome blogger, welcome to me!

Se una cosa la desideri davvero, riuscirai ad ottenerla. Sembra una frase scontata, paradossale, ma mi sto convincendo che sia vero. Forse più che il destino o la fiducia conta la tenacia.
Sto preparando la mia tesi sul web marketing turistico e come non imbattermi in BTO, la manifestazione numero uno sull’argomento in Italia. Leggendo il programma ancora mesi fa e’ stato amore a prima vista: gli incontri erano uno più interessante dell’altro, l’imbarazzo della scelta…se non fosse per il prezzo. Eh si perché un evento di formazione e importanza come questo non è certo gratuito e 260€+IVA e’ davvero proibitivo per una studentessa come me…sebbene ci siano tariffe preferenziali per early booking e students non sono pochi…
Ricordo l’incontro con Roberta Milano a PordenoneLegge mi chiese “hai un blog?” E dissi “si ma appena aperto e non lo legge quasi nessuno…” “Ah peccato potevi partecipare per il pass da blogger…”
E così ho fatto. Benché le mie speranze fossero basse sapendo di essere una blogger sconosciuta, ho partecipato comunque, perché credo che nella vita le occasioni non sempre sono casuali, la maggior parte delle volte vanno ricercate: e questa e’ la Volta buona. Sarò Official Blogger per BTO e ne sono davvero onorata! Onorata di poter partecipare alle varie conferenze ed imparare in due giorni molto più che in mille libri, onorata di vedere di persona gente che ho imparato a conoscere grazie a twitter, gente che ce l’ha fatta, gente da cui ho tutto da imparare. Quando ho detto alla mia titolare che non ci sarei stata il prossimo weekend a lavoro e perché, le ho detto anche che mi sentivo un po’ in imbarazzo perché la maggior parte dei blogger erano molto conosciuti e stimati e le sue parole sono state “anche loro erano persone come te prima di diventare Qualcuno” …ed e’ vero… Coglierò quest’occasione per conoscere quanta più gente possibile che condivide le mie passioni e spero che questa sia solo la prima tappa di un lungo viaggio… Grazie ancora per la splendida opportunità.