Trasferirsi ad Amsterdam: gioie e dolori

Nella mia testa è rimbalzata innumerevoli volte l’idea di tornare a casa o prendere una strada diversa negli ultimi anni… fino a quando non è arrivata la proposta concreta (e mo’ so’ cazzi, mi sono detta).

Stato attuale: contratto a tempo indeterminato in Germania, appartamento (che adoro) arredato con mobili (che adoro) da poco meno di un anno, cerchia di amici stretti che sono quasi una famiglia, comfort zone assicurata.

Stato futuro: buon contratto di lavoro ad Amsterdam ma zero sicurezze. Niente casa, niente amici, tutto da ricostruire. Bene, visto che il motto è “a stare fermi non si va da nessuna parte” …da dove comincio?

Cercare casa ad Amsterdam

Un casino. Sono estremamente care, preparatevi! Quindi:

  • una stanza vi costerà tra i 600 e gli 800€ in appartamento condiviso e non sarà facile trovarla
  • un monolocale parte da 1.300€ spese escluse
  • appartamento con due camere da letto da 1.500€
  • appartamento fuori Amsterdam (Almere, Haarlem etc.) dai 1000€ in su

A questo si aggiungono circa 100€ di spese tipo luce e gas per una persona, 150€ per due etc. Potrebbero esserci anche spese condominiali. Altre tasse: immondizie e animali (gatto, cane) se li avete. Tassa cittadina circa 400€ l’anno.

Gli appartamenti sono di tre tipi: ammobiliati, semi-ammobiliati (cucina, tende, pavimenti) o non-ammobiliati.

Il deposito di solito è pari ad una mensilità di affitto per appartamenti non arredati, due per gli arredati.

I migliori siti per cercare casa ad Amsterdam

  • http://www.funda.nl
  • https://www.pararius.com/english/
  • http://www.randstadwonen.com/nl
  • Consiglio anche i gruppi Facebook e la semplice barra di ricerca. Inserite “flat rent Amsterdam” ed il vostro mese/anno corrente e avrete tutti i risultati aggiornati su chi posta offerte di questo tipo.

Altre cose da fare, dopo il trasferimento

  1. Prendere appuntamento al “Expat Center” per ottenere un BSG (Burger Service Number) ovvero un numero di riconoscimento indispensabile per tante pratiche burocratiche. Per ottenerlo è necessario avere con sé un certificato di nascita tradotto e quello di matrimonio, se siete sposati
  2. Registrare un indirizzo di casa, temporaneo o permanente
  3. Aprire un conto bancario (ABN AMRO, ING Bank, Rabobank etc. sono solo alcuni tra i possibili istituti)
  4. Fare una assicurazione sanitaria, indispensabile, con prezzi a partire da 100€ al mese
  5. Fare un test per la tubercolosi, a quanto pare serve per avere la residenza. Viene effettuato dal Dutch Health centre GGD.

Queste sono le prime pratiche essenziali per il trasferimento… tutto il resto lo detterà l’esperienza. A me mancano sei giorni alla partenza, l’agenda inizia ad essere fitta di appuntamenti per visitare le case e tutto sembra essere già più concreto #StayTuned

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *